Cosa stabilisce il Decreto Cura Italia circa i rimborsi di voli/eventi cancellati?

A causa dell’emergenza Coronavirus, molti voli, viaggi, eventi sono stati cancellati. Cosa ha stabilito il Governo per aiutare i consumatori ad essere rimborsati?

A questo riguardo, il Decreto Cura Italia ha previsto, all’articolo 88-bis, la possibilità di rimborsare voli (e non solo, anche biglietti di traghetti, concerti e altri eventi) con voucher dello stesso valore da usare entro una data stabilita, anziché rimborsare fisicamente quanto speso. Questo per evitare di mettere in difficoltà le compagnie, già prive di liquidità.

L’Unione Europea ha fortemente richiamato l’Italia, in quanto, in base al regolamento comunitario n. 261/2004, deve essere data la possibilità agli utenti di scegliere se essere rimborsati con un buono riutilizzabile o se riavere la cifra spesa: l’articolo 88 esclude di fatto questo diritto e quindi va contro alle norme europee.

Anche le associazioni di consumatori si sono schierate contro questa scelta del Governo di eliminare la possibilità del rimborso. Il Governo ora ha due strade davanti: modificare l’articolo 88 che nega i rimborsi, oppure andare incontro alle procedure di infrazione europee.

Vedremo come si evolverà la situazione, nel frattempo AECI AULLA è disponibile per aiutare i consumatori a presentare le proprie richieste.